Stenosi aortica nei cani

La sindrome della coda di cavallo è una condizione particolarmente debilitante che si verifica soprattutto nei cani di grossa taglia.

La sindrome del codino comprende tutti i sintomi associati alla distruzione delle radici nervose nella parte bassa della schiena del cane, nella porzione di midollo spinale più vicina alla coda, formando la cosiddetta coda di cavallo.

Sindrome della cauda equina nei cani: panoramica

La sindrome della cauda equina nei cani si riferisce a un gruppo di manifestazioni causate dalla degenerazione di un gruppo di radici nervose situate nella zona nota come «cauda equina». Si trova principalmente sotto il midollo spinale nella zona lombare, del sacro e del coccige.

Di norma, i cani di grossa taglia sono i più colpiti dalla sindrome della cauda equina.

Questa condizione è molto debilitante per il cane che ne soffre, causando forti dolori e impedendo all’animale di muoversi normalmente. In alcuni casi, può persino impedire al cane di fare anche un esercizio leggero.

Sintomi della sindrome della cauda equina nei cani

Nella fase iniziale, il cane può avere difficoltà a muoversi da una posizione sdraiata a una in piedi. Più tardi, il cane può sentire dolore al minimo sforzo fisico e può iniziare a zoppicare. Può anche mostrare fastidio quando viene toccato nella parte bassa della schiena. Il cane può anche essere dolorante quando la sua coda viene maneggiata.

In alcuni casi, il cane diventa incontinente, e sempre di più. Questo perché i nervi che controllano gli sfinteri della vescica si trovano anche nel codino.

Le cause principali

Le cause ricorrenti della sindrome della cauda equina nei cani sono :

  • Condizioni ossee o nervose: tumori e infezioni che colpiscono le ossa o i nervi della parte bassa della schiena.
  • Displasia dell’anca: La displasia dell’anca può contribuire allo sviluppo di questa sindrome favorendo lo sviluppo di un’ernia del disco.
  • Età: in alcuni cani anziani, formazioni ossee tipo «becco di pappagallo» possono apparire sulle vertebre, causando la distruzione dei nervi e quindi la sindrome della coda di cavallo. Questa causa è facilmente identificabile ai raggi X.
  • Ereditarietà: Alcune razze sono predisposte a questa condizione, in particolare il pastore tedesco, il Rottweiler e il Golden Retriever.
  • Incidenti: un trauma può provocare la frattura delle vertebre e la distruzione delle radici nervose nella zona della coda di cavallo.

Trattamenti e soluzioni

Se si verifica uno dei sintomi di cui sopra, è importante portare il cane dal veterinario il prima possibile, in quanto la diagnosi della sindrome della cauda equina è piuttosto complicata e può talvolta richiedere ulteriori indagini come una TAC. Un trattamento tempestivo può limitare i danni causati dalla distruzione delle radici nervose.

A seconda della gravità della lesione, il trattamento consiste in :

  • Alleviare l’osteoartrite e limitare il dolore
  • Agire sul tumore o sull’infezione se tale causa è stata individuata
  • Operare: agire chirurgicamente sulla compressione delle radici nervose colpite
  • Assistere il cane nei suoi movimenti dotandolo di una pettorina di sostegno o di una sedia a rotelle adattata

Related Stories

Llegir més:

Quanto pane dare al cane?

Anzi, il pane rifatto oltre ad essere un passatempo per il cane e un...

Quanti anni ha il gatto più vecchio del mondo?

Secondo il Guinness dei Primati il gatto più vecchio del mondo sarebbe Corduroy, 26...

Come si accarezza un gatto?

Sotto al mento, dietro le orecchie e in fondo alla schiena alla base della...

Come evitare che il gatto rompa le zanzariere?

Una delle soluzioni più efficaci è scegliere una rete spalmata in PVC, materiale sintetico...

Come favorire la crescita del pelo del cane?

Il nostro consiglio è quello di associare al Pelo-Pet gli acidi grassi omega-3 (in...

Come capire se il gatto ha mangiato troppo?

La polifagia a lungo termine può avere un effetto profondo sul gatto. Si consiglia...