Punizione positiva x punizione negativa

Quando senti la parola punizione pensi subito che sta per succedere qualcosa di brutto? Ti ricorda mai qualcosa come una rissa, un rimprovero o addirittura una violenza? Normalmente si tratta di buon senso, ma è importante che tu sappia che quando parliamo di punizioni abbiamo positivi e negativi. Questo confonde molte persone che pensano che la punizione positiva sia buona e la punizione negativa sia cattiva, ma non è così. Secondo B.F Skinner, nella punizione positiva “si aggiunge una variabile avversiva” alla situazione per punire il comportamento, mentre nella punizione negativa “si toglie dalla situazione una variabile gratificante” sempre per punire il comportamento. Per semplificare, pensa alla punizione positiva e negativa come + e -, aggiungendo e rimuovendo.

Immagina di portare a spasso il tuo cane e quando vedi un altro cane inizia ad abbaiare e a tirare il guinzaglio. Per risolvere questo problema maledici il tuo cane e chiudi il guinzaglio in modo che possa smettere di comportarsi in quel modo. Ti rendi conto che stai inserendo un disagio? In questo modo stai usando una punizione positiva. Nella stessa situazione, quando vedi il tuo cane tirare e abbaiare, ti allontani dall'ambiente con il tuo cane, impedendogli di avere accesso allo stimolo che gli stava facendo manifestare quel comportamento. In questo modo stai usando una punizione negativa.

PUNIZIONE POSITIVA (+): AGGIUNGI DISAGIO
PUNIZIONE NEGATIVA (-): RITIRO PREMIO

Per chiarire meglio, la punizione agirà sempre con l'intento di ridurre o estinguere un comportamento, mentre per aumentare la probabilità del comportamento usiamo il rinforzo, che ha anche positivo e negativo, una spiegazione più approfondita è per un prossimo articolo.

Nell'allenamento positivo preferiamo usare rinforzi positivi e, se necessario, punizioni negative. Può capitare che si debba usare una punizione positiva, ma sarà sempre per evitare che accada qualcosa di peggio, come: tirare il guinzaglio per evitare un incidente, gli addestratori che lavorano con metodologia positiva daranno sempre priorità al benessere dell'animale e in la loro pianificazione non ci saranno tali rapporti.

La punizione sarà sempre incentrata sulla correzione e sull'inibizione di comportamenti inappropriati, ma questo non perché il cane abbia smesso di eseguire il comportamento che ha appreso, in quanto non ha la funzione di insegnare al cane cosa dovrebbe fare. La punizione può causare varie emozioni negative come paura, ansia, frustrazione, in alcuni casi può causare traumi e lasciare l'animale impotente o addirittura aggressivo.

Nel breve periodo la punizione porta ai tutori un senso di soluzione, proprio facendo smettere al cane di presentare il comportamento in questione, tuttavia le conseguenze possono essere molto distruttive e dannose nel medio e lungo periodo.

Se hai difficoltà ad addestrare il tuo cane, cerca l'aiuto professionale di un addestratore con una metodologia positiva, ricorda che le soluzioni rapide sono generalmente dubbie e il più delle volte non sono efficaci. Concentrati anche sul comportamento ideale, rafforza i buoni comportamenti e rimarrai stupito da ciò che il tuo cane sarà in grado di fare.

Guarda un video qui sotto che confronta l'allenamento tradizionale (punitivo) e l'allenamento positivo:

Related Stories

Llegir més:

Immagini di cavalli bellissimi: 10 foto mozzafiato

Gli amanti dei cavalli sanno quanto questi magnifici animali possano essere affascinanti e...

Incrociando un Husky con un Lupo Cecoslovacco: scopri il...

Hai mai sentito parlare del risultato sorprendente dell'incrocio tra un Husky e un...

Frattura zampa cane: tempi di guarigione e trattamento

12 settimane A seconda del tipo di frattura e del metodo di fissazione utilizzato...

Quanto vive in media un cane meticcio: scopri letà...

15 anni circa. Le caratteristiche dei cani meticci. Proprio grazie al rimescolamento genetico, di...

Prosciutto cotto e cani: perché è pericoloso

7 / 12: I cibi da non dare ai cani: gli insaccatiSe si dà...

Il pinguino è un pesce: scopri cosa mangia

Il pinguino è un pesce: questa affermazione è errata. Il pinguino è, in realtà,...