Malattie degli occhi nei cani

Una delle prime cose che fa un cane quando arriva nella sua nuova casa è marcare quello che considera il suo territorio. Segna i confini urinando in posti diversi.

La marcatura è un comportamento perfettamente naturale per i cani e fa appello ai loro istinti territoriali, che sono profondamente radicati nel loro patrimonio di animali selvatici addomesticati. Correggerlo richiede quindi tempo e pazienza.

Senso del territorio: un principio ereditato dal selvatico

I cani domestici hanno ancora un forte senso del territorio. L’hanno ereditato dalle loro controparti selvatiche, che vivono in branchi e delimitano le loro aree di controllo. Mettono in chiaro ad altri individui o gruppi, soprattutto attraverso emissioni di urina, che questi territori appartengono a loro e che chiunque osi avventurarsi in essi rischia di essere cacciato manu militari.

Tuttavia, il cane non sta sorvegliando un territorio di per sé, è solo un messaggio, segnando il suo passaggio e lasciando dietro di sé un sacco di informazioni per gli altri cani di odore. È un mezzo di comunicazione.

A casa, per strada e durante le passeggiate nel parco, il vostro cane riprodurrà questo comportamento territoriale. Lo farà istintivamente appena arriva in casa vostra.

L’urina, il principale marcatore territoriale

Molto presto, il tuo cucciolo considererà la tua casa o parte di essa come il suo territorio. Inizierà a marcare la sua presenza in vari luoghi per iniziare a delineare la sua area di controllo, e man mano che crescerà, adotterà un comportamento ostile verso chiunque invada il suo territorio.

Il vostro cane userà la sua urina come marcatore principale per marcare il suo territorio. Attraverso l’urina, invia segnali ai potenziali intrusi che si trovano nella sua zona di «esclusione» o di «esclusività» o che si stanno avvicinando, e che sono quindi a rischio di ritorsioni da parte sua.

Farà lo stesso fuori casa. Approfitterà delle sue passeggiate per marcare con la sua urina diversi luoghi nelle strade circostanti e nel parco. L’immagine del cane che si ferma davanti a un lampione o a un idrante, alza una zampa posteriore e ci urina sopra è un classico.

Cosa si può fare per fermare questo comportamento a casa?

Per ridurre la quantità di urina in casa, che sia territoriale o meno, è essenziale addestrare il cane al vasino fin da piccolo.

Non vi aiuterà a sgridarlo o punirlo quando fa la pipì, e ancor meno a mettergli il naso. Lo traumatizzerete e non sarà in grado di fare il collegamento tra la punizione e l’incidente nel vasino.

Invece, portatelo fuori spesso e lodatelo ogni volta che urina nel posto giusto. Man mano che diventa più grande, introducete degli orari fissi per le passeggiate in modo che si abitui a regolare i suoi impulsi e lo incoraggi a trattenerli finché non è fuori.

Leggi anche: Come mostrare al tuo cane che la casa non è il suo territorio?

Come tutti gli addestramenti di base, l’housebreaking richiede tempo per essere pienamente integrato dal cane. Siate pazienti, comprensivi e usate il rinforzo positivo premiando e incoraggiando il buon comportamento piuttosto che la punizione.

In sintesi

Il vostro cane non sta veramente marcando un territorio dove non ha controllo sui principi. Un cane domestico è principalmente interessato ad affermarsi attraverso la marcatura urinaria. Comunica con i suoi compagni. Questo è un comportamento naturale.

Related Stories

Llegir més:

Quanto pane dare al cane?

Anzi, il pane rifatto oltre ad essere un passatempo per il cane e un...

Quanti anni ha il gatto più vecchio del mondo?

Secondo il Guinness dei Primati il gatto più vecchio del mondo sarebbe Corduroy, 26...

Come si accarezza un gatto?

Sotto al mento, dietro le orecchie e in fondo alla schiena alla base della...

Come evitare che il gatto rompa le zanzariere?

Una delle soluzioni più efficaci è scegliere una rete spalmata in PVC, materiale sintetico...

Come favorire la crescita del pelo del cane?

Il nostro consiglio è quello di associare al Pelo-Pet gli acidi grassi omega-3 (in...

Come capire se il gatto ha mangiato troppo?

La polifagia a lungo termine può avere un effetto profondo sul gatto. Si consiglia...