Criceto

Varietà: Rattus norvegicus, ratto marrone

Il ratto è un roditore leggermente più grande del topo o del criceto. Tuttavia, la sua aspettativa di vita non è molto più lunga (da 2 a 3 anni). Animale gregario, ha bisogno di altri animali per prosperare. Una volta addomesticato, è un animale particolarmente affettuoso, che apprezza le carezze, le coccole e i giochi. Sono molto attivi e vivono principalmente di notte perché sono roditori notturni. Durante il giorno, passerà il suo tempo tra il grooming e il riposo.

Storia

Il ratto domestico appartiene alla famiglia Muridae. È un discendente diretto del Rattus Norvegicus, che si trova nelle nostre città e campagne. Tuttavia, il fatto che sia stato osservato in laboratorio, dove ha subito alcune mutazioni, spiega in gran parte il suo manto vario e diversificato, i suoi diversi colori e il suo comportamento più socievole. Le prime tracce di addomesticamento risalgono a diversi secoli fa. I ratti hanno imparato a nutrirsi delle scorte di grano lasciate dall’uomo. Il primo ratto addomesticato era un ratto marrone. Un ratto normale. Apparve in Europa all’inizio del XVIII secolo, prima in Inghilterra. Ha sostituito gradualmente il ratto nero.

Al di là della Manica, i ratti sono stati catturati per la prima volta. Venivano usati per i combattimenti tra topi. Questo era un passatempo dell’epoca in cui un gran numero di topi veniva messo in un’arena e un cane doveva ucciderli nel minor tempo possibile. Nel XIX secolo, i primi ratti sono stati studiati in laboratorio. I diversi abiti apparvero, ma fu solo nel 1901 che il ratto fu incluso nel National Mouse Club. Il roditore è stato poi trascurato per diversi decenni, prima di tornare in vigore negli anni ’70. Nel 1976 fu fondata la National Fancy Rat Society. Molto intelligente, il ratto è sempre stato un roditore molto popolare per gli esperimenti scientifici per far progredire la medicina. Oggi, il ratto addomesticato è innocuo, non aggressivo e molto socievole e amichevole con il suo padrone.

Immagini dei ratti

Caratteristiche fisiche

Il ratto domestico è originariamente di colore marrone. Le sue mutazioni gli fanno assumere altri colori. Può anche essere bianco (albino). Ha lunghi incisivi che taglia durante la sua vita. I ratti hanno una coda, spesso con pochi peli per un migliore equilibrio. È un’estensione della sua spina dorsale. Ecco perché non si dovrebbe mai prendere un topo per la coda. Un ratto è lungo da 35 a 50 cm quando è completamente cresciuto. La lunghezza della coda è di circa 20 cm. Il loro peso varia da 150 a 300 grammi in un topo e fino a 500 grammi in un ratto.

Corpo: solido, separato in 3 parti con la testa, il tronco e la coda.Il suo pelo: corto, lungo (detto «angora») o nudo secondo le varietà e gli individui.Il suo

Colore: marrone. Tuttavia, il suo colore varia a seconda del tipo di marcatura. Un ratto può avere il tronco bianco e la testa grigia, una tinta unita, un ventre più chiaro del resto del corpo, un manto con macchie, può essere nero, blu, champagne, ambra, beige o anche cioccolato.La

Testa: di forma triangolare.Gli

Occhi: rotondi, neri (a volte rossi) e lucidi.Le

Orecchie: piccole.La

Coda: tra i 17 e i 23 centimetri di lunghezza.

Orecchie: piccole.

Coda: 17-23 cm di lunghezza, in alcune specie più lunga del resto del corpo.

Comportamento e temperamento

Il ratto domestico conserva i suoi istinti naturali. È un animale gregario, molto socievole e apprezza la compagnia dei suoi simili. È importante assicurarsi che due ratti maschi non vengano messi insieme troppo tardi. Questo perché possono uccidersi a vicenda nel tentativo di proteggere il loro territorio e affermarsi.

Quindi, si dovrebbe favorire l’accoppiamento di un maschio con delle femmine, assicurandosi che non possano riprodursi, altrimenti si avranno molte cucciolate. I ratti hanno meno odore corporeo dei maschi e mostrano anche i loro testicoli. D’altra parte, i maschi sono considerati più coccolosi e teneri dei ratti più giocosi.

Riproduzione

Il ratto domestico raggiunge la maturità sessuale a 6-8 settimane di età. Questo varia da roditore a roditore, anche se nella maggior parte dei casi i testicoli dei maschi sono scesi a questo punto. Appena raggiunta la maturità sessuale, il ratto può rimanere incinta. Il periodo medio di gestazione è di 22 giorni. Il periodo di fertilità è di circa un anno. Possono nascere fino a 25 ratti per cucciolata. Tuttavia, questo è un evento molto raro. Il numero di cucciolate nel corso dell’anno è in media di 6.

Se il ratto non viene sterilizzato, può dare alla luce circa 60 piccoli ratti. Non appena hanno partorito, i ratti possono iniziare una nuova gravidanza. Nelle ultime ore prima del parto, il ratto crea un nido dove passerà i primi giorni con i suoi piccoli fino allo svezzamento. Il ratto, come il topo, nasce senza pelo e completamente cieco. Nessun ratto dovrebbe essere separato dalla madre prima di essere svezzato. Né da sua madre né dai suoi fratelli. Dopo 4 settimane, il ratto può adottare una dieta onnivora, che manterrà per il resto della sua vita. Tuttavia, questo non è il momento di separarsi dalla madre. Questo dovrebbe avvenire intorno alla sesta settimana.

Condizioni di vita

Nessuna gabbia per topi o criceti è adatta a un ratto. Questo è semplicemente perché un ratto domestico ha bisogno di fare più esercizio quotidiano. Ma anche perché è più grande di questi altri roditori. È quindi consigliabile fornire a un ratto una gabbia con un volume di 0,05m 3. Il materiale ideale per il ratto è una gabbia con sbarre, a condizione che lo spazio tra le sbarre sia inferiore a 2 cm, altrimenti il ratto scapperà scivolando tra due sbarre. La gabbia deve essere facile da aprire per facilitare la manutenzione.

Una voliera per uccelli può essere un buon abbinamento se diversi ratti sono messi insieme. È un investimento ideale, con diversi piani per occupare il massimo volume della gabbia. È meglio creare una gabbia per il ratto da soli. In ogni caso, è essenziale che questo roditore abbia diversi accessori a sua disposizione: una ciotola per l’alimentazione, una bottiglia per l’idratazione e una capanna per riposare, ripararsi e dormire durante il giorno. È importante non dimenticare di fornire aree di gioco come tunnel, nascondigli, un’amaca, rami di nocciole, mele o ciliegie e una ruota solida.

Salute

Un ratto è meno fragile di un topo. Tuttavia, un ratto letargico che non esce molto spesso dal suo nascondiglio, che può essere aggressivo, e che ha un pelo ruvido e un sedere sporco, dovrebbe portare il proprietario a cercare un consiglio veterinario. La temperatura corporea di un ratto è di solito 37,7°C. Può variare e aumentare in caso di diverse malattie. Per esempio, il ratto domestico può avere un eccesso di porfirina che si manifesta con croste e macchie rosse intorno agli occhi o al naso.

Può soffrire di pododermatite e micoplasma pulmoris. Un micoplasma che è presente in quasi tutti i ratti e che può ripresentarsi o meno durante la sua vita. Più un ratto è stressato, più può essere un fattore scatenante di questa malattia. Parassiti come pidocchi, pulci e scabbia possono affliggere questo roditore, che può avere problemi dentali compresa la malocclusione. Durante la sua vita, può sviluppare la SialoDacryoAdenitis, che è un virus altamente contagioso (SDA). Infine, come nel topo, è comune per un ratto sviluppare un tumore mammario, sia benigno che canceroso.

Aspettativa di vita

Minimo: 2 anni

Massimo: 3 anni

Dieta

Il ratto domestico è un roditore onnivoro con una tendenza ad essere granivoro. Mangia di tutto, con una leggera preferenza per i cereali e i semi. Su base giornaliera, ha bisogno del 15% di proteine e del 4% di grassi (lipidi). Fate attenzione che la sua dieta non sia troppo ricca di grassi e zuccheri. La dieta consiste principalmente in cibo estruso (spine) e miscele di semi. I pellet impediscono al ratto di scegliere i suoi cibi preferiti. È anche possibile dare loro miscele fatte in casa come i semi di girasole, che amano.

Inoltre, il ratto dovrebbe essere dato frutta e verdura, ma anche carne, con parsimonia. È anche possibile dargli biscotti e yogurt, pezzi di formaggio e frutta secca (da dare in piccole quantità ogni volta). Infine, le barrette di cereali, i ravioli e i dolci sono considerati dei dolcetti. Non sono dannosi, ma favoriscono l’obesità. Alcuni alimenti come l’alcol, il cioccolato e gli agrumi dovrebbero essere evitati perché sono pericolosi per la salute.

Manutenzione e igiene

Un ratto domestico non richiede una manutenzione particolare. Infatti, si puliscono quotidianamente leccando e mordicchiando la loro pelliccia. Quando ce ne sono diversi, ogni membro può strigliare il suo compagno come segno di attaccamento. Un ratto, d’altra parte, dovrebbe avere la sua gabbia pulita ogni settimana. I ratti, specialmente i maschi, hanno un odore corporeo abbastanza forte. La gabbia e le attrezzature devono essere disinfettate regolarmente.

Prezzo e budget

Prezzo d’acquisto

Mini: 10

Maxi: 20

Il prezzo d’acquisto di un topo è compreso tra 10 e 20 euro.

Costo annuale di manutenzione

Mini: 220

Maxi: 450

Il costo annuale di manutenzione di un Rat è compreso tra 220€ e 450€.

Related Stories

Llegir més:

Verdure che possono mangiare conigli – elenchi e consigli!

I conigli sono animali domestici molto apprezzati dalla popolazione, ma se decidiamo di...

Trattamento della flegite per cani

La flebite è l'infiammazione di una vena. Di solito è causato da un'altra...

Sintomi e trattamento della malattia delle zecche nei cani

Probabilmente hai sentito parlare di "malattia delle zecche", che è abbastanza comune nei...

I sintomi della malattia di Addison nei cani

La preoccupazione per gli animali domestici è qualcosa che accomuna molte persone in...

Sintomi di cistite nei cani – 4 passi

La cistite è una malattia più comune di quanto pensiamo nei cani e...

Sintomi di empacho nei cani e come curarlo

Anche i cani, proprio come gli esseri umani, possono soffrire di indigestione o...