Come insegnare al tuo cane a «dare» o «lasciare andare»?

Il fatto che il cane non sia in grado di parlare non significa che non comunichi. Come fa a farlo?

I cani sono capaci di scambiare informazioni con i loro proprietari, ma anche con altri esseri viventi che incontrano regolarmente o occasionalmente. Per fare questo, usano una varietà di linguaggio del corpo e di gesti, oltre a segnali vocali. È importante imparare a conoscere, identificare e interpretare questi segnali per ottenere una comunicazione ottimale tra conduttore e cane.

Linguaggio del corpo e gesti

I cani comunicano utilizzando uno strumento che è naturalmente a loro disposizione: il loro corpo. È attraverso vari gesti e posture che il cane può esprimere il suo stato d’animo, le sue emozioni e le sue aspettative.

Quando è felice, scodinzola istintivamente. In generale, più è felice in una data situazione, più scodinzola freneticamente. Ciò avviene in particolare quando trova il suo padrone o quando quest’ultimo sta per lanciargli la palla. Tuttavia, la coda del cane può anche essere vista scodinzolare quando attacca.

La coda del cane può essere usata anche per esprimere altre cose, come la paura o lo stress. L’appendice caudale tra le zampe posteriori è una chiara indicazione di paura o alta ansia.

Un cane che cerca attenzione dal suo padrone, che è occupato a fare qualcos’altro, può mettere la zampa sul padrone se ha fame o semplicemente ha bisogno di un po’ di tempo dal padrone.

Altri gesti e posture sono utilizzati per esprimere la sottomissione o, al contrario, per esprimere il desiderio di affermarsi rispetto a un compagno. Il cane sottomesso può, per esempio, distogliere lo sguardo, abbassare la testa, sdraiarsi a pancia in giù o sulla schiena, ripiegare le orecchie o allontanarsi dal cane di cui riconosce la supremazia. Quest’ultimo, da parte sua, comincia a mostrare le zanne, a girare intorno a colui che sta cercando di dominare e a intimidirlo. Quando i segnali inviati dal dominante non suscitano la risposta attesa (sottomissione), il confronto diventa quasi inevitabile e una lotta può scoppiare rapidamente.

Comunicazione con la voce

Oltre a tutta la gamma di gesti, il cane può comunicare anche con segnali sonori.

C’è, naturalmente, l’abbaiare che è caratteristico dei canini. A seconda della loro frequenza e tono, questi richiami possono esprimere una grande varietà di stati del cane. Il cane abbaia quando è felice, ma anche quando è arrabbiato. Lo fa per intimidire il suo avversario e avvertirlo che è pronto ad attaccare. Abbaia anche per indicare un’aspettativa: ha fame e si aspetta che il suo padrone gli dia da mangiare, ha bisogno di uscire ed esprime questo desiderio alla persona che deve accompagnarlo.

L’abbaiare avviene anche durante il gioco. È un segno di eccitazione e di entusiasmo. L’abbaiare, specialmente osservato nei soggetti più giovani, si verifica durante le stesse sessioni di gioco. Possono essere associati o sostituire l’abbaiare.

Leggi anche: I mezzi di comunicazione del cane

Quando un cane ringhia, è per mostrare il suo dispiacere o imbarazzo verso una persona o un altro animale. Non gli piace e dà un avvertimento sonoro (ringhiando), cercando di fargli capire che se la presenza o l’atteggiamento fastidioso continua, il suo attacco sarà imminente.

Infine, l’ululato, che indica chiaramente che il cane discende dal lupo, è tanto una forma di comunicazione sociale con i conspecifici quanto un segno di fastidio per un rumore sconosciuto o mal identificato. Questo è il motivo per cui alcuni cani ululano al lupo quando sentono qualcuno cantare, per esempio.

Artículo anteriorCosa mangia un gerbillo?
Artículo siguienteCane Collie a pelo lungo

Related Stories

Llegir més:

Quanto pane dare al cane?

Anzi, il pane rifatto oltre ad essere un passatempo per il cane e un...

Quanti anni ha il gatto più vecchio del mondo?

Secondo il Guinness dei Primati il gatto più vecchio del mondo sarebbe Corduroy, 26...

Come si accarezza un gatto?

Sotto al mento, dietro le orecchie e in fondo alla schiena alla base della...

Come evitare che il gatto rompa le zanzariere?

Una delle soluzioni più efficaci è scegliere una rete spalmata in PVC, materiale sintetico...

Come favorire la crescita del pelo del cane?

Il nostro consiglio è quello di associare al Pelo-Pet gli acidi grassi omega-3 (in...

Come capire se il gatto ha mangiato troppo?

La polifagia a lungo termine può avere un effetto profondo sul gatto. Si consiglia...