Come addomesticare un porcellino d’India?

I criceti sono animali asociali a prima vista. Alcuni non sono mai docili per tutta la vita, nonostante i vostri sforzi. I criceti dorati o nani di Campbell sono quelli che vivono più ai margini. Tuttavia, i criceti sono generalmente gentili, affettuosi, teneri e non molto aggressivi verso l’uomo. I nostri consigli su come addomesticarli al meglio e stabilire un vero rapporto con loro.

Avere un criceto significa avere la voglia irresistibile di indulgere in sessioni di petting più o meno lunghe. Lo si ammira, lo si cura e soprattutto lo si coccola appena si può. Attenzione, addomesticare un criceto, soprattutto a seconda della razza, non è sempre facile. A volte avrete bisogno di tempo e pazienza, soprattutto con il criceto dorato, perché il legame tra voi si stabilisca e perché il vostro criceto abbia completa fiducia.

Addomesticare il criceto nella sua gabbia

  • Il primo passo è lasciare che il criceto scopra il suo nuovo ambiente in pace. Solitamente solitario, il vostro criceto dovrà orientarsi nella sua gabbia. Il suo stress sarà importante e l’importanza, per lui, sarà di trovare la quiete essenziale al suo benessere. La sua gabbia dovrebbe essere collocata in un luogo tranquillo.
  • Da 48 a 72 ore dopo l’acquisto del vostro criceto, i primi collegamenti possono essere stabiliti. Puoi posizionarti vicino alle sbarre della sua gabbia. Parlagli con voce dolce e metti la tua mano sulla sua gabbia. Questo gli permetterà di sentire il suono della vostra voce, di farla sua, e poi di annusare l’odore delle vostre mani. Fai attenzione a non far passare le dita all’inizio. Il vostro criceto potrebbe venire a morderli.
  • Dopo alcuni giorni, puoi provare a dargli un seme direttamente con le dita. Lascia che venga a mangiare direttamente dalla tua mano.
  • Quando gli dai da mangiare, accarezzalo delicatamente lungo il fianco.

Addomesticare il vostro criceto fuori dalla gabbia

Avete sviluppato con successo una relazione con il vostro criceto mentre è ancora nella sua gabbia. È fantastico. Forse ora è in grado di evolversi in un ambiente ancora più grande e quindi di uscire dal suo perimetro. Non mettetegli fretta.

Il tuo criceto deve uscire dalla sua gabbia da solo. Non costringetelo a farlo. Questo lo farà solo stressare per la paura. Prova ad attirare il tuo criceto fuori dalla gabbia con un seme, per esempio.

Addomesticare e trasportare il criceto

Afferrare delicatamente il criceto senza che si ecciti, urli o morda rivela una relazione che ha già avuto luogo. In generale, al vostro criceto non piace quando una mano viene a prenderlo nella sua gabbia, sinonimo di territorio. Non c’è niente di più piacevole per voi che tenere in mano il vostro animale domestico. Ecco come fare:

  • Circonda delicatamente il tuo criceto con entrambe le mani. In questo modo, sarà tra i due palmi della tua mano e si sentirà caldo e comodo. Se non volete affrettare il processo, non sollevate il vostro criceto immediatamente. Ripeti questo gesto diversi giorni per abituarlo al comfort delle tue mani.
  • Una volta stabilito il rapporto, si può afferrare e sollevare il criceto con una mano (pollici e indici intorno all’addome), o semplicemente con le due mani unite. Entrambi questi metodi sono buoni per il vostro roditore.
  • Se il bambino vuole portare il criceto, il modo più semplice è tenerlo con entrambe le mani aperte.
  • Non esitate a chiamarlo quando vi avvicinate alla sua gabbia e prima di cercare di afferrarlo. Facendo così, lui sarà più propenso a venire da voi sapendo che non gli verrà fatto alcun male.

In ogni caso, non bisogna mai forzare il criceto a farsi prendere o portare. Non svegliate mai il vostro criceto o portatelo fuori con la forza, non esiterà a mordervi e a temere un nuovo approccio da parte vostra. Se si siede sulla schiena e mostra i denti, evitate di sollevarlo o addirittura di avvicinarlo. Ha bisogno di essere lasciato in pace. Infine, date la preferenza a portare il vostro criceto la sera presto. Infatti, durante il giorno, il vostro criceto ama riposare e dormire.

I limiti dell’addomesticamento di un criceto

Non aspettatevi da un criceto quello che potete aspettarvi da un cane nel rapporto animale-uomo. Il tuo criceto risponderà sicuramente favorevolmente al tuo accarezzare, coccolare e portare se sei paziente e gentile. Riconoscerà la vostra voce e il vostro odore. Tuttavia, non dimenticate che il vostro criceto ha un grande bisogno di indipendenza, tranquillità e riposo.

Leggi anche: Come maneggiare e accarezzare un criceto?

Perché mordono?

Per la fretta, avete ferito o spaventato il vostro criceto. In entrambi i casi, può mordere. Infatti, il morso del vostro criceto corrisponde a questi 2 sentimenti. Ha paura, perché si sente minacciato o perché prova dolore fisico. In quest’ultimo caso, è necessario un viaggio dal veterinario. Nel primo caso, probabilmente non siete stati abbastanza gentili con il vostro animale. L’avete svegliato o semplicemente disturbato nella sua gabbia.

In sintesi

Sii paziente nel domare il tuo criceto. Può durare da poche ore a diversi giorni. Dovrai andare al ritmo del processo di apprendimento del tuo criceto. Sarà più o meno ricettivo alle tue avances. Ciononostante, generalmente avrete sempre successo. Una volta che riconosce il tuo odore e la tua voce, puoi prenderlo in braccio e portarlo con attenzione e delicatezza. Non forzatelo mai e non svegliatelo, o lo morderete.

Related Stories

Llegir més:

Verdure che possono mangiare conigli – elenchi e consigli!

I conigli sono animali domestici molto apprezzati dalla popolazione, ma se decidiamo di...

Trattamento della flegite per cani

La flebite è l'infiammazione di una vena. Di solito è causato da un'altra...

Sintomi e trattamento della malattia delle zecche nei cani

Probabilmente hai sentito parlare di "malattia delle zecche", che è abbastanza comune nei...

I sintomi della malattia di Addison nei cani

La preoccupazione per gli animali domestici è qualcosa che accomuna molte persone in...

Sintomi di cistite nei cani – 4 passi

La cistite è una malattia più comune di quanto pensiamo nei cani e...

Sintomi di empacho nei cani e come curarlo

Anche i cani, proprio come gli esseri umani, possono soffrire di indigestione o...