Chinchilla

Varietà: Meriones unguiculatus

Il gerbillo è un piccolo roditore originariamente imparentato con il ratto. In realtà, è un cugino del criceto, poiché appartiene alla stessa famiglia. È un animale molto vivace, accattivante e socievole. Si sente solo molto rapidamente quando non ci sono altri animali intorno. È quindi preferibile adottare diversi gerbilli (dello stesso sesso) e non uno solo. Il gerbillo è molto pulito e si pulisce da solo. La relazione stabilita con il proprietario sarà molto armoniosa, tenera e piena di piacere. Il gerbillo è curioso, pieno di vitalità ed è adatto a tutti. Un piccolo vantaggio è che non emana alcun odore corporeo.

Storia

Il gerbillo è un roditore appartenente alla famiglia Gerbillinae, che fa parte dei Cricétidae. È anche la madre del criceto. Questo animale fu scoperto da un missionario francese di nome Armand David nel 1866. I gerbilli entrarono a far parte del Museum National d’Histoire Naturelle di Parigi e furono presto chiamati Meriones unguiculatus. Etimologicamente un «guerriero artigliato».

Il gerbillo è originario della Mongolia. È diventato un animale da laboratorio a metà del XX secolo, in particolare nella ricerca contro il cancro e le infezioni batteriche. Il vero arrivo di questo animale come CNA avviene alla fine del XX secolo.

Foto di Gerbillo

Caratteristiche fisiche

Più di cento specie sono state registrate in natura. Il gerbillo domestico è principalmente il Meriones unguiculatus. È il gerbillo più comune che si trova nelle case private. Si caratterizza per il suo colore originale agouti, con un ventre chiaro e un mantello tricolore sul dorso. Alcuni di loro hanno, a causa di mutazioni causate dai laboratori, vari e svariati colori come un colore unico sul manto (nero, ardesia, avorio, zafferano), un manto guantato. Altri hanno un cappotto fatto di motivi maculati. Infine, alcuni sono semplicemente albini. I gerbilli pesano fino a 100 grammi. Le loro dimensioni sono tra quelle di un ratto e di un topo, circa 20 cm quando sono completamente cresciuti.

Corpo: Non distingue realmente tra testa e tronco, anche se è più allungato del cincillà per esempio. Simile a un topo. Pelo: lucido, setoso, pulito.

Colore: agouti, tra l’arancione e il grigio. Il gerbillo Meriones unguiculatus ha un manto tricolore grigio, giallo e più scuro. La sua testa è allungata e triangolare e i suoi occhi vanno dal nero al rubino. Il loro angolo di visione a 360° permette loro di vedere cosa succede dietro di loro. Le sue

Orecchie: pelose, rotonde e abbastanza piccole.

Coda: da 10 a 12 cm di lunghezza.

Comportamento e carattere

Il gerbillo non è un animale né notturno né diurno, dorme in fasi che possono durare fino a 5 ore. Così, alterna le fasi di veglia e di sonno. È un roditore molto socievole e gregario, che non tollera la solitudine, ma non dovrebbe essere ingabbiato con un congenere del sesso opposto. Soprattutto, 2 maschi insieme potrebbero combattere fino alla morte. Il gerbillo gode di tutta l’attenzione che può ricevere. Ama essere maneggiato dopo essere stato addomesticato. È adatto ai bambini di età inferiore ai 10 anni.

Riproduzione

La maturità sessuale del gerbillo è di 2 mesi per le femmine, 3 per i maschi. Il gerbillo può avere fino a 8 cucciolate in un anno, poiché il periodo medio di gestazione è di 4 settimane. Ogni cucciolata può produrre fino a 10 piccoli, anche se la media è di circa 4-8.

Durante la gestazione, i genitori costruiscono un nido dove la madre crescerà poi i suoi figli. I piccoli nascono nudi e ciechi, come molti roditori, e pesano solo 3 grammi. La madre e i bambini devono essere lasciati soli per le prime settimane. Lo svezzamento non avviene fino alla quarta settimana, ma non è prima dell’ottava settimana che vengono effettivamente separati.

Condizioni di vita

Una gabbia deve poter ospitare almeno 2 gerbilli. Un gerbillo solo troverà difficile stare da solo, anche se il proprietario gli dà tutta l’attenzione di cui ha bisogno. Si raccomanda quindi che ogni gerbillo abbia una superficie di 1800 cm². La gabbia dovrebbe essere lunga almeno 1 metro e larga mezzo metro per ospitare 2 gerbilli. Considerate che l’altezza deve essere uguale alla larghezza, in modo che il gerbillo possa alzarsi completamente sulle zampe posteriori. La gabbia dovrebbe essere sbarrata e fatta di metallo, per soddisfare il desiderio del gerbillo di arrampicarsi.

Tuttavia, come per le gabbie per topi e ratti, è importante che le barre non siano distanti più di 1 cm. Una distanza maggiore può permettere al gerbillo di scappare. La gabbia in plexiglas può essere usata come alternativa alla gabbia a barre, soprattutto se il gerbillo manda troppa spazzatura all’esterno. Tuttavia, la gabbia di plexiglas deve essere sufficientemente ventilata per evitare problemi di respirazione. Naturalmente, non bisogna trascurare gli accessori che sono essenziali per il benessere e lo sviluppo del gerbillo.

Il gerbillo dovrebbe essere dotato di una ciotola per l’alimentazione e un biberon per bere. La gabbia dovrebbe avere un vassoio con del terriccio da bagno per permettere al gerbillo di completare la sua toelettatura quotidiana ed eliminare così il suo sebo in eccesso. La sabbia deve essere cambiata ogni giorno. Per il suo comfort, si dovrebbe progettare un habitat, a forma di capanna ma anche di tubo. Non esitate a fornire a questo roditore fazzoletti e carta igienica affinché possa progettare il suo nido. Infine, giochi come una ruota solida (non le sbarre) e un’amaca possono anche piacere al gerbillo.

Salute

Il gerbillo non è necessariamente un roditore molto incline alle malattie. Tuttavia, è abbastanza suscettibile alle infezioni batteriche, virali e parassitarie. Per esempio, durante la sua vita, può soffrire di dermatite nasale a causa di lettiere polverose o stress eccessivo. Anche i parassiti come la tigna possono causare problemi. La sua coda può anche diventare necrotica, quindi dovrà essere amputata.

Il gerbillo può soffrire di pododermatite dovuta alla lettiera nella sua gabbia e che attacca i suoi cuscinetti. Nell’apparato digerente, il gerbillo può soffrire di malocclusione dei denti, che inevitabilmente colpisce l’apparato digerente interrompendo l’alimentazione. La salmonellosi ha una prognosi molto povera, con oltre il 90% di decessi. Come tutti i roditori, anche la diarrea può essere fatale.

Aspettativa di vita

Minimo: 3 anni

Massimo: 5 anni

Alimentazione

Il gerbillo è un roditore onnivoro ma ha un tratto digestivo piuttosto corto, che gli impedisce di mangiare grandi quantità. Deve avere delle razioni giornaliere sufficientemente energetiche per tenere il passo con la sua costante attività. La sua dieta consiste principalmente in proteine animali e vegetali (20%). Queste proteine devono avere sufficienti aminoacidi. Inoltre, il cibo del gerbillo deve contenere anche sufficienti carboidrati (fibre alimentari), zuccheri e amido per promuovere un migliore transito intestinale.

Il cibo perfetto sarà ricco di amido e povero di fibre. Infine, circa il 12% dei lipidi deve essere ingerito quotidianamente. Così, la sua dieta è essenzialmente basata su pellet venduti nei negozi specializzati, semi di cereali, pellet di erba medica. Alcuni frutti e verdure sono ben tollerati dal gerbillo e forniscono un ottimo supplemento. Tuttavia, devono essere introdotti lentamente e in piccole quantità, altrimenti può verificarsi la diarrea.

È un roditore coprofago. Pertanto, mangia i suoi escrementi, che sono una fonte di vitamine del gruppo B. Le noci di cocco secche, le mele secche e i biscotti per criceti sono considerati dolcetti. Aglio, avocado, limone, rabarbaro, soia e salvia dovrebbero essere evitati perché sono tossici e pericolosi per la salute del gerbillo.

Cura e igiene

Il gerbillo si pulisce da solo e non dà fastidio al suo proprietario. Quindi, basta cambiare quotidianamente il terriccio da bagno nella gabbia del gerbilli per fornirgli tutto ciò di cui ha bisogno per lavarsi. Questo rimuoverà il sebo in eccesso e ridurrà il rischio di malattie parassitarie. Inoltre, è importante pulire la gabbia due volte alla settimana e disinfettare regolarmente tutti gli accessori.

Prezzo e budget

Prezzo d’acquisto

Mini: 5

Maxi: 10

Il prezzo d’acquisto di un Gerbillo è compreso tra 5 e 10 €.

Costo annuale di manutenzione

Mini: 100

Maxi: 150

Il costo annuale di manutenzione di un Gerbillo è tra 100€ e 150€.

Artículo anteriorGatto senza pelo
Artículo siguienteAssicurazione sanitaria maltese

Related Stories

Llegir més:

Quanto pane dare al cane?

Anzi, il pane rifatto oltre ad essere un passatempo per il cane e un...

Quanti anni ha il gatto più vecchio del mondo?

Secondo il Guinness dei Primati il gatto più vecchio del mondo sarebbe Corduroy, 26...

Come si accarezza un gatto?

Sotto al mento, dietro le orecchie e in fondo alla schiena alla base della...

Come evitare che il gatto rompa le zanzariere?

Una delle soluzioni più efficaci è scegliere una rete spalmata in PVC, materiale sintetico...

Come favorire la crescita del pelo del cane?

Il nostro consiglio è quello di associare al Pelo-Pet gli acidi grassi omega-3 (in...

Come capire se il gatto ha mangiato troppo?

La polifagia a lungo termine può avere un effetto profondo sul gatto. Si consiglia...