Tutto sulla razza Pug

I carlini sono cani brachicefali che richiedono molte cure speciali per questo motivo. Sono cani affettuosi che non se la passano bene da soli e cercano di essere molto docili e socievoli con tutti.

Famiglia: compagno, mastino
Gruppo AKC: Giocattoli
Area di origine: Cina
Funzione originale: cagnolino
Altezza: 30,5 cm in media (maschio), 25,4 cm (femmina)
Altri nomi: nessuno
Posizione nella classifica dell'intelligence : 57a posizione
Standard di razza: controlla qui

Energia [imghabilidad5]
Mi piace scherzare [imghabilidad5]
Amicizia con altri cani [imghabilidad6]
amicizia con estranei [imghabilidad6]
Amicizia con altri animali [imghabilidad6]
Protezione [imghabilidad1]
tolleranza al calore [imghabilidad1]
tolleranza al freddo [imghabilidad5]
bisogno di esercizio [imghabilidad3]
attaccamento al proprietario [imghabilidad6]
Facilità di formazione [imghabilidad1]
Guardia [imghabilidad1]
Cura della toelettatura del cane [imghabilidad2]

video sul carlino

origine del carlino

L'origine del Pug come razza è probabilmente iniziata nell'antica Cina. I cani conosciuti come "cani a bocca corta", o cani "a bocca corta", sono descritti in scritture risalenti al 700 a.C. circa e furono probabilmente i precursori della razza Pug. Già nell'anno 1 dC vi erano riferimenti, in documenti cinesi, al cane “Padre”, riferito ad un piccolo cane, con zampe corte e muso. L'imperatore Kang Hsi, nell'anno 950 dC, creò un dizionario con tutti i simboli cinesi, e in esso ci sono due riferimenti che potrebbero descrivere il Carlino: “cani dai piedi corti” e “cane dalla testa corta”.

Nell'anno 1300 dC esistevano tre tipi principali di cani, il Lo-sze, il Pechinese e il Leone, identificati rispettivamente come antenati delle razze Carlino, Pechinese e Spaniel giapponese. In Cina, le tre razze piccole venivano spesso incrociate tra loro, con prole con caratteristiche diverse, come cani a pelo corto e lungo, che nascevano nella stessa cucciolata.

Alla fine del XVI secolo la Cina iniziò a commerciare con paesi europei come Portogallo, Spagna, Olanda e Inghilterra. I piccoli cani furono portati in Occidente come regali dai commercianti, e così iniziò l'ascesa della popolarità del Pug in Europa.

I Carlini sono apparsi per la prima volta in Europa in Olanda, forse come risultato della famosa Compagnia Olandese delle Indie Orientali. Gli olandesi chiamarono la razza Mopshond, come viene chiamata ancora oggi.

La razza fu chiamata PUG nella casa di Guglielmo III e Maria II quando occuparono il trono di Gran Bretagna nel 1688. I Black Pugs furono documentati in un dipinto di William Hogarth, risalente al XVIII secolo (House of Cards, 1730). L'artista era un orgoglioso proprietario dei suoi Carlini e ne ha illustrati molti nei suoi dipinti. Grazie a lui, c'è un eccellente resoconto di come appariva la razza 250 anni fa.

La popolarità dei Pugs si diffuse in tutta Europa, con la razza chiamata Carlin in Francia, Dogullo in Spagna, Mops in Germania e Caganlino in Italia. In Francia, la razza fu resa popolare da Giuseppina Bonaparte, proprietaria del Carlino chiamato “Fortuna”. Goya dipinse Carlini in Spagna nel 1785, mostrando la razza con le orecchie tagliate nei suoi dipinti.

All'inizio del XIX secolo, i Carlini furono standardizzati come razza, nei colori fulvo (albicocca) o Isabella (varietà dell'oro) e nero. Fu anche stabilita la maschera nera, che portò la razza ad essere chiamata, alla fine, il "mastino olandese", per la sua somiglianza con la razza del mastino. Lo Stud Book iniziò nel 1859 e nel primo volume c'erano 66 Carlini. Sempre nel XIX secolo iniziarono le mostre canine e il Carlino fu mostrato per la prima volta nel 1861.

All'inizio del XX secolo fu scritto un libro intitolato "Cani della Cina e del Giappone". Questo libro è basato sull'esperienza di Wang Hou Chun, un impiegato del Palazzo Imperiale, che ha allevato e lavorato con i cani dell'imperatore per settantacinque anni. Ha usato il termine Lo-Sze per descrivere il Pug, notando che le differenze tra il Pug e il Pechinese erano che il Pug aveva sempre un pelo corto e una pelliccia elastica molto sciolta.

A causa del pelo corto, le rughe sulla fronte di Pugs erano più visibili, ei cinesi cercavano sempre rughe in certi modelli simili ai simboli dell'alfabeto cinese. Il simbolo considerato più importante, quello più ricercato, erano le tre rughe che, insieme, rappresentavano la parola “principe” in cinese.

Molti carlini orientali hanno macchie bianche sui loro cappotti e alcuni sono quasi interamente bianchi. Alla fine del 19° secolo, in Europa furono registrati Carlini bianchi e con macchie bianche, ma queste caratteristiche furono gradualmente eliminate dall'accoppiamento selettivo.

I carlini inglesi si sono sviluppati principalmente da due linee di sangue, Willoughby e Morrison, allevati intorno al 1846. Ciascuno ha sviluppato caratteristiche forti e coerenti e ha gareggiato per molti anni.

La linea di sangue Willoughby è stata sviluppata da Lord Willoughby D'Eresby, ed è responsabile del mantello misto con fili neri che hanno oggi i cerbiatti più scuri (dorati), e anche del corpo più snello e delle gambe più lunghe. I Pugs "Mops" e "Nell" erano i più importanti di questo lignaggio.

La stirpe Morrison, al contrario, sviluppò colorazioni più chiare (albicocca), come l'albicocca-fulvo, con un mantello misto a ciocche marroni invece che nere, e cani più forti, compatti, più simili all'attuale standard di razza. I Pugs "Punch" e "Tetty" erano i più importanti di questo lignaggio.

Ancora oggi, in Europa, si è soliti riferirsi a cani del tipo “Willoughby”, se il mantello è scuro e la struttura è più slanciata, o “Morrison”, se il mantello è più chiaro e la struttura è più forte e compatta .

L'impatto maggiore sulla razza si ebbe quando, nel 1868, arrivarono in Inghilterra due Carlini di pura stirpe cinese, provenienti dal palazzo dell'imperatore a Pechino. Questi due cani, “Lamb” e “Moss”, produssero un figlio chiamato “Click”, che fu fondamentale nello sviluppo della razza moderna, in quanto introdusse caratteristiche che, associate alla combinazione dei lignaggi Willoughby e Morrison, risultarono in lo sviluppo delle attuali caratteristiche fenotipiche della razza.

Attualmente il cane più simile al Carlino è il Pechinese , che ha anche una storia simile.

Caratteristiche del carlino

I carlini non sono bulldog francesi con le orecchie flosce e non sono mini-mastiff o mini-bullmastiff come potrebbero sembrare a prima vista. Inoltre non è correlato allo Shar Pei . La razza più vicina a un carlino è il pechinese , che ha un'origine comune e una storia molto simile.

La razza Carlino è classificata come " cane da compagnia ", essendo parte del gruppo di cani " Giocattoli " o "Compagnia", gruppo 9. I Carlini dovrebbero pesare tra 6,3 e 8,1 kg, essendo cani pesanti per la tua statura. Il suo aspetto generale deve essere quadrato e massiccio, deve mostrare “multum in parvo” (molta sostanza in un piccolo volume), che si manifesta nella sua forma compatta, con proporzionalità tra le parti e muscolatura ferma.

La testa del Carlino è la caratteristica più singolare e tipica della razza. Dovrebbe essere rotondo quando lo guardi di fronte e il muso completamente piatto se visto di profilo. Gli occhi di un Pug sono rotondi, scuri, espressivi e pieni di vita. Le sue orecchie sono attaccate alla testa e devono essere nere. Le rughe sulla testa di un carlino dovrebbero essere profonde e facili da vedere perché il colore all'interno è più scuro dell'esterno. Dovrebbe esserci una grossa ruga sopra il naso.

Un'altra caratteristica importante del Pug è la sua coda. La coda è attaccata sopra la groppa e deve essere strettamente arricciata. Una coda a doppia spirale è l'ideale che gli allevatori stanno cercando, ma un singolo giro stretto è accettabile.

I carlini sono fondamentalmente disponibili in due colori: albicocca (in varie tonalità) e nero.

Prodotti essenziali per il tuo cane

Personalità del carlino

Fedelissimo al proprietario, diventa facilmente un compagno inseparabile. Infatti, ti accompagna ovunque senza essere invitato. Il Carlino si dimostra estremamente socievole e si adatta rapidamente ad ambienti e persone strani. È considerata una delle razze più docili.

Altra caratteristica distintiva è il suo latrato: il suono emesso, molto simile al russare, è intervallato da grugniti come se il cane stesse soffocando. Tuttavia, quando vuoi comunicare con qualcuno, il suono diventa più acuto e più lungo.

Secondo il libro The Intelligence of Dogs, di Stanley Coren, il Carlino è al 53° posto tra le razze esaminate in termini di Intelligenza, Addestramento e Obbedienza ai Comandi.

Dai un'occhiata all'elenco completo delle razze di cani più intelligenti secondo Coren qui.

Vantaggi del Pug

• Sono molto affettuosi, ma senza manifestare sintomi di eccessivo bisogno.
• Sono intelligenti e giocherelloni.
• Andare d'accordo con le altre persone.
• Piccole spese nei negozi di animali.
• Abbaiano molto poco.
• Non hanno bisogno di molta attività fisica.
• Vanno molto d'accordo con altri animali domestici.
• Amano i giri.
• Sono piccoli e silenziosi.
• Sono puliti.
• A loro piacciono i bambini.
• Gli piacciono gli anziani.

Svantaggi di Pug

• Sono a maggior rischio di ipertermia, non si comportano bene con temperature molto elevate.
• I tuoi occhi sono molto sensibili perché sono esposti e sporgenti.
• Sono costosi, tra € 3.000 e € 10.000, a seconda del lignaggio.
• Ha poca resistenza fisica.
• Hanno bisogno di cure speciali per la pelle.
• Perdono molto pelo, richiedendo frequenti spazzolature.
Tende ad ingrassare
Russano molto .
• È un cane da manutenzione costoso e difficile.

Come prendersi cura di un carlino

Come ogni cane, dovrebbe essere nutrito solo con cibo di buona qualità (preferibilmente " Super Premium ") e dovrebbe essere sempre disponibile acqua fresca e pulita. Dovresti sempre evitare dolci, cibi molto grassi e piccanti. Molti hanno la tendenza all'obesità , quindi dovresti limitare la quantità di mangime che, per gli adulti, dovrebbe essere offerto due volte al giorno. Una pentola con acqua pulita e fresca dovrebbe essere sempre lasciata a disposizione del cane. È importante ricordare: il cioccolato è considerato veleno per i cani , in quanto danneggia il fegato.

Dovrebbe avere un letto pulito, comodo, al riparo da correnti d'aria e sbalzi di temperatura. Non devi mai essere per strada. I carlini sono cani da interno. Non sopportano bene il caldo e in estate si consiglia di utilizzare l'aria condizionata per mantenere la temperatura sempre sotto i 25°.

Per quanto riguarda il mantello, va spazzolato quotidianamente per eliminare il pelo morto che altrimenti cade in giro per casa. Perdono molti capelli, soprattutto in autunno e in primavera. La spazzolatura quotidiana aiuta in questo processo ed evita lo sporco eccessivo in casa. Durante la spazzolatura si può cogliere l'occasione per esaminare cute e pelo del cane, alla ricerca di ferite ed ectoparassiti (pulci o zecche), che vanno prontamente combattuti. Nutrire con mangime di buona qualità è importante per prevenire un'eccessiva caduta del pelo, anche durante i periodi di “muta”.

I carlini sono MOLTO inclini a problemi della pelle come la dermatite allergica . La proliferazione di funghi è comune nelle pieghe del viso, devono essere sempre molto secche affinché ciò non accada. Devi pulire le pieghe del viso del tuo carlino ogni giorno per evitare la dermatite in quest'area.

Suggerimenti per il carlino

I carlini hanno bisogno di attenzione in molti modi. Richiedono cure speciali e sebbene siano ottimi compagni, presentano alcuni svantaggi di cui dobbiamo tenere conto quotidianamente per mantenere il benessere e la salute del nostro amico.

Dal

Spazzola il tuo carlino almeno una volta alla settimana in modo che il mantello sia sempre bello.

pulizia delle rughe

I carlini devono avere le rughe del viso pulite. È importante che la parte interna di ogni piega non sia umida, in quanto vi è il rischio di proliferazione fungina o dermatite da pannolino. Puoi usare la soluzione salina per pulire le rughe e, cosa più importante: asciugare MOLTO bene dopo.

guarda i tuoi occhi

Poiché hanno gli occhi sporgenti, i carlini hanno bisogno di un po' più di attenzioni con i loro occhietti. Puliscili sempre con soluzione salina, avendo cura di asciugare l'eccesso con una garza, in modo che le pieghe non si inumidiscano. Se noti molta secrezione, o eventuali ferite, non esitare: portalo dal veterinario perché infezioni più gravi possono persino portare il tuo cane alla perdita della vista o addirittura degli occhi. Ci sono alcuni casi di Carlini che hanno perso gli occhi dopo aver subito un colpo alla testa, durante un gioco o una caduta.

Problemi di salute del carlino

Comune: dermatite , obesità , ulcera corneale, ipertermia
Meno comuni: palato allungato, lussazione rotulea
Occasionalmente: epilessia
Test consigliati: occhi
Aspettativa di vita: da 12 a 15 anni

prezzo del carlino

Vuoi comprare un Pug? Il valore del Carlino dipende dalla qualità dei genitori, nonni e bisnonni della cucciolata (che siano campioni nazionali o internazionali, ecc.). Per scoprire quanto costa un cucciolo di tutte le razze, consulta il nostro listino prezzi qui: Prezzi dei cuccioli . Ecco perché non dovresti comprare un cane da annunci su Internet o negozi di animali . Guarda qui come scegliere una cuccia .

immagini di carlini

Dai un'occhiata alla galleria per le immagini carine di cuccioli di carlino, adulti e anziani.

Related Stories

Llegir més:

Immagini di cavalli bellissimi: 10 foto mozzafiato

Gli amanti dei cavalli sanno quanto questi magnifici animali possano essere affascinanti e...

Incrociando un Husky con un Lupo Cecoslovacco: scopri il...

Hai mai sentito parlare del risultato sorprendente dell'incrocio tra un Husky e un...

Frattura zampa cane: tempi di guarigione e trattamento

12 settimane A seconda del tipo di frattura e del metodo di fissazione utilizzato...

Quanto vive in media un cane meticcio: scopri letà...

15 anni circa. Le caratteristiche dei cani meticci. Proprio grazie al rimescolamento genetico, di...

Prosciutto cotto e cani: perché è pericoloso

7 / 12: I cibi da non dare ai cani: gli insaccatiSe si dà...

Il pinguino è un pesce: scopri cosa mangia

Il pinguino è un pesce: questa affermazione è errata. Il pinguino è, in realtà,...