Cucciolo con difficoltà respiratorie: cosa fare

“Il cane è il migliore amico dell'uomo”. Questa massima è nota fin dall'antichità. Di conseguenza, i cani stavano prendendo sempre più piede nelle case brasiliane, al punto che attualmente sono trattati come membri della famiglia e, in molti casi, addirittura considerati bambini. La grande preoccupazione di molti tutor è in relazione alla salute dei loro animali, poiché, per mancanza di informazioni, i tutor non sanno come rilevare o affrontare determinate situazioni che coinvolgono la salute dell'animale.

Leggi qui sullo starnuto inverso.

Gli animali hanno bisogno di attenzioni quotidiane, buon cibo , esercizio e cure speciali, ma non finisce qui. Anche i cani hanno bisogno di passeggiate , come noi, perché oltre a fare un enorme bene alla loro salute fisica, questo favorisce l'animale ad avere meno stress, cioè anche la sua salute mentale ne beneficia. In queste passeggiate quotidiane bisogna prestare particolare attenzione, poiché alcune razze, come i cani brachicefali , hanno problemi respiratori.

Questa classe di cani brachicefali , noti anche come cani "muso appiattito" ( carlino , bulldog inglese , shih tzu , bulldog francese , tra gli altri), presenta anomalie strutturali nel tratto respiratorio, che causano il restringimento delle vie di assunzione di ossigeno. A causa di ciò, l'animale non può eseguire la sua corretta termoregolazione (equilibrio della temperatura corporea) e, in questo modo, il cane finisce per avere ipertermia (aumento della temperatura). I cani brachicefali non dovrebbero fare lunghe ed estenuanti passeggiate, soprattutto nelle giornate di bel tempo, in quanto possono sviluppare gravi crisi respiratorie, che possono portare anche all'arresto respiratorio.

Cosa fare quando il tuo cane smette di respirare

Soffia il muso del cane. Quando si verifica un arresto respiratorio, la cosa migliore da fare è portarlo il prima possibile in una clinica veterinaria per le procedure di emergenza. Tuttavia, il tutore può tentare di eseguire i primi soccorsi durante il tragitto verso la clinica, al fine di preservare la vita dell'animale fino a quando non viene assistito. La prima procedura da fare è cercare di rilevare eventuali suoni cardiaci nell'animale. Se non viene rilevato alcun battito cardiaco, l'animale dovrebbe essere sdraiato sul lato destro, tenere la bocca dell'animale chiusa con la mano e soffiare nel muso, eseguendo una procedura simile alla respirazione bocca a bocca. Quindi, dietro il gomito del cane, il tutor dovrebbe eseguire il massaggio cardiaco, un respiro ogni 5 compressioni toraciche. La sequenza deve essere ripetuta almeno tre volte o fino a raggiungere la clinica.

Guarda qui come aiutare un cane che sta soffocando.

L'arresto respiratorio non si verifica solo nei brachicefali , cioè nessun cane è esente dall'arresto. È necessario che tutti i tutor cinofili siano a conoscenza del primo soccorso veterinario, in modo che in una situazione di emergenza possano utilizzare le manovre senza alcun problema. Il fatto che il cane riprenda a respirare dopo il primo soccorso non lo esime dall'essere valutato da un professionista della zona, vista la gravità dell'accaduto. Qualsiasi anomalia nella salute del cane deve essere attentamente esaminata dal veterinario.

Related Stories

Llegir més:

Immagini di cavalli bellissimi: 10 foto mozzafiato

Gli amanti dei cavalli sanno quanto questi magnifici animali possano essere affascinanti e...

Incrociando un Husky con un Lupo Cecoslovacco: scopri il...

Hai mai sentito parlare del risultato sorprendente dell'incrocio tra un Husky e un...

Frattura zampa cane: tempi di guarigione e trattamento

12 settimane A seconda del tipo di frattura e del metodo di fissazione utilizzato...

Quanto vive in media un cane meticcio: scopri letà...

15 anni circa. Le caratteristiche dei cani meticci. Proprio grazie al rimescolamento genetico, di...

Prosciutto cotto e cani: perché è pericoloso

7 / 12: I cibi da non dare ai cani: gli insaccatiSe si dà...

Il pinguino è un pesce: scopri cosa mangia

Il pinguino è un pesce: questa affermazione è errata. Il pinguino è, in realtà,...