Avere un cane o fare ginnastica

Ogni giorno riceviamo e-mail da persone con lo stesso dilemma: il loro amore per i cani fa desiderare loro un cane, ma lavorano tutto il giorno e il cane dovrebbe essere lasciato in pace.

Ma allora cosa fare? Al giorno d'oggi, molte persone vivono da sole o con un partner e di solito in coppia, i due trascorrono la giornata lavorando. Quindi quale sarebbe la soluzione? Aspettare di avere figli, aspettare che i figli crescano un po', assumere una collaboratrice domestica e solo allora avere un cane? Calmati, ci sono altri modi.

Diverse persone hanno cani e sono single, vivono da sole o sono sposate e la casa è vuota tutto il giorno. È possibile, sì, avere un cane e lavorare ancora fuori casa. Potrebbe non essere l'ideale, ma è del tutto possibile.

Soluzioni per chi lavora fuori casa e vuole comunque un cane

Per cominciare, un cane è una grande responsabilità e questa dovrebbe essere una decisione molto ponderata. Dopotutto, questo cane sarà sotto la tua cura per almeno 10 anni. Ti consigliamo di leggere due articoli che riteniamo importanti quando prendi la decisione di prendere un cane:

– 20 motivi per non avere un cane
– 20 motivi per AVERE un cane

Ok, sai già che vuoi un cane e sei disposto a sopportare tutto. Quindi cosa fare se sei fuori tutto il giorno?

Se vuoi un cane di razza, cerca prima una razza che sia più indipendente e tolleri meglio la solitudine. Ecco le razze che se la cavano meglio da sole.

Se vuoi adottare, devi scegliere un cane che abbia un profilo più indipendente, che non sia troppo bisognoso o sornione, che sia abituato a stare da solo fin dalla tenera età.

Porta il cane in vacanza

Un cucciolo richiede molte cure extra, come imparare a eliminare nel posto giusto . Ci vuole tempo per insegnarlo (circa 2 settimane). Dovrai anche mostrargli cosa è giusto e sbagliato, cosa può e non può toccare e altre regole della casa (non salire sul divano, per esempio). Se puoi prenderti 30 giorni di ferie, è l'ideale. In caso contrario, 2 settimane è il minimo.

Abitua il tuo cane a stare da solo

Quando prendiamo un nuovo cucciolo, la voglia è quella di passare la giornata incollati a lui, giocando, dormendo e passando tutto il tempo insieme. Ma immagina, questa è una falsa realtà. Ricorda: sei in vacanza. Quando tornerai al lavoro, il tuo cane troverà la tua assenza molto strana se non lo abitui per sempre. Diversamente, potrebbe generare nel cane Ansia da Separazione .

Quindi, anche se sei in vacanza, abitualo a stare da solo anche quando sei a casa. Inizia facendo 10 minuti all'aperto. Quindi rimani 20 minuti. Dopo 1 ora. Infine, trascorri la giornata all'aperto e osserva come si comporta il tuo cane. Ricordati di non salutare o festeggiare al tuo arrivo, almeno 10 minuti prima di partire e 10 minuti dopo l'arrivo. Sembra crudele, ma è ancora più crudele creare un essere estremamente dipendente da te, quando passerai 10, 12 ore al giorno quando tornerai al lavoro. Stai insegnando al tuo cane a stare bene da solo ed è meraviglioso.

Ecco alcuni suggerimenti per lasciare il tuo cane a casa da solo.

Metti il ​​cane all'asilo

Molte persone ridono quando lo diciamo, ma gli asili nido per cani sono sempre più comuni, soprattutto nelle capitali del Brasile. Sono luoghi in cui lasci il tuo cane la mattina e lo riprendi la sera. Trascorre la giornata accudito, giocando, addestrato, divertendosi con altri cani e anche socializzando. Vedi qui l'importanza della socializzazione .

L'ideale è 3 volte a settimana, ad esempio lunedì, mercoledì e venerdì. Martedì e giovedì il cane sarà super stanco per i giorni dell'asilo e starà tranquillo a casa. Se non puoi finanziariamente, due giorni alla settimana aiutano molto, ad esempio martedì e giovedì. Un asilo nido per cani, 3 volte a settimana, nella città di San Paolo costa in media 500 euro al mese.

Ritiro presso amici o parenti

Se i tuoi genitori vivono vicino a te, potrebbe essere un'idea lasciare il cane con loro durante il giorno mentre lavori. Ma non è l'ideale perché dipenderai da qualcun altro. Nel caso in cui succeda qualcosa, i tuoi amici oi tuoi genitori si trasferiscano, devi cambiare città, comunque questo piano non funziona. Ecco perché non raccomandiamo davvero questo metodo, poiché dipenderai da altre persone e non sappiamo mai cosa accadrà domani.

Prendi in considerazione l'idea di prendere un altro cane

I cani sono animali da soma e a nessuno di loro PIACE essere lasciato solo, non importa quanto sia tranquillo. Un altro cane è eccellente, giocano, dormono insieme, si divertono e si fanno compagnia. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, avere due cani non è più lavoro. Il lavoro è lo stesso, dopotutto dovrai comunque cambiare il tappetino , nutrire e fare una passeggiata. Ciò che aumenta sono i costi, perché tutto è raddoppiato. Anche l'amore si piega. 😉

Vedi il nostro articolo: dovrei avere più di un cane?

Insomma: avere un cane comporta responsabilità e soprattutto PIANIFICAZIONE. Pianifica pensando che saranno 10 anni, cioè non è qualcosa solo per il momento, è qualcosa che deve durare. Se prendi una decisione consapevole e anticipi il più possibile le disavventure di questo viaggio, ci sono tutte le possibilità che la tua relazione con il tuo cane sia una bellissima storia d'amore.

Related Stories

Llegir més:

Immagini di cavalli bellissimi: 10 foto mozzafiato

Gli amanti dei cavalli sanno quanto questi magnifici animali possano essere affascinanti e...

Incrociando un Husky con un Lupo Cecoslovacco: scopri il...

Hai mai sentito parlare del risultato sorprendente dell'incrocio tra un Husky e un...

Frattura zampa cane: tempi di guarigione e trattamento

12 settimane A seconda del tipo di frattura e del metodo di fissazione utilizzato...

Quanto vive in media un cane meticcio: scopri letà...

15 anni circa. Le caratteristiche dei cani meticci. Proprio grazie al rimescolamento genetico, di...

Prosciutto cotto e cani: perché è pericoloso

7 / 12: I cibi da non dare ai cani: gli insaccatiSe si dà...

Il pinguino è un pesce: scopri cosa mangia

Il pinguino è un pesce: questa affermazione è errata. Il pinguino è, in realtà,...